Buscopan: cos’è, a cosa serve, colite, ciclo, bambini, prezzo

Indice dei contenuti

Buscopan è un farmaco molto noto ed è probabile che ci si troverà a doverlo assumere almeno una volta nella propria vita. Si tratta di un prodotto per il quale si ha esperienza clinica, dal momento che viene ormai impiegato da svariati anni.

Sebbene sia un farmaco diffuso, è normale non essere a conoscenze di tutte le informazioni che lo riguardano. Per questo motivo abbiamo scelto di scrivere un approfondimento sul Buscopan, per spiegare ai lettori di che farmaco si tratta, per cosa può essere utilizzato, quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali, come assumerlo e qual è il costo da sostenere per acquistarlo.

Cos’è il Buscopan?

Il Buscopan è un farmaco che fa parte della categoria degli antispastici e trova diverse indicazioni, che saranno descritte successivamente. Si tratta ovviamente del farmaco commerciale, ma è possibile acquistare anche il farmaco generico, il quale contiene lo stesso principio attivo.

Principio attivo del Buscopan

Il principio attivo Buscopan è la scopalamina N-butilbromuro, anche definita Butilscopalamina. Questa sostanza è un anticolinergico e svolge la sua azione andando ad agire proprio sull’attività dell’acetilcolina, determinando ovviamente un’azione inibitoria essendo una sostanza anticolinergica.

Buscopan a cosa serve e indicazioni

Abbiamo visto qual è il principio attivo Buscopan, ora dobbiamo capire quali sono le indicazioni della scopalamina, ovvero spiegare il Buscopan a cosa serve.

Il farmaco trova indicazione per il trattamento della sintomatologia addominale, in particolare per alleviare i dolori crampiformi che si possono localizzare a questo livello. Può essere assunto anche per il trattamento degli spasmi vescicali e per il trattamento delle coliche renali.

Il farmaco ha queste indicazioni perché la scopalamina è in grado di rilassare la muscolatura a livello gastroenterico ed a livello urinario, migliorando la sintomatologia dolorosa avvertita dai pazienti in questi apparati.

Un’evenienza meno frequente, ma comunque da segnalare, è l’impiego di questa molecola farmacologica per ridurre il cosiddetto rantolo della morte. Il paziente può infatti avere nelle fasi terminali un respiro rumoroso, causato o dal rilassamento eccessivo della muscolatura del palato, oppure da una eccessiva congestione a livello dei bronchi. 

Buscopan per colite

Una delle indicazioni più frequenti per l’utilizzo di questo farmaco è l’assunzione del Buscopan per la colite. La colite è una problematica piuttosto diffusa ed è conosciuta anche come sindrome del colon irritabile. I pazienti che soffrono di questa patologia dichiarano di avere alterazioni dell’alvo, dolori crampiformi, flatulenza, eccessiva sensazione di gonfiore addominale e di pesantezza.

Il Buscopan  è molto efficace contro la colite ed aiuta ad alleviare la sintomatologia descritta, consentendo di attuare un controllo dei sintomi e di migliorare la qualità della vita.

Buscopan per il ciclo

Il ciclo mestruale caratterizza il periodo fertile della donna e sebbene sia un processo del tutto fisiologico può accompagnarsi ad una sintomatologia dolorosa, il che porta a chiedersi se sia possibile usare il Buscopan per il ciclo.

Durante il ciclo – o anche nei giorni che precedono o seguono il ciclo stesso – la donna può sperimentare una sintomatologia molto variegata, che in taluni casi arriva addirittura alla cosiddetta sindrome premestruale, che si ha quando la paziente ha sintomi che interferiscono in maniera significativa con l’attività quotidiana.

Assumere il Buscopan per il ciclo può aiutare a controllare la sintomatologia e questa molecola viene sfruttata da molte donne. E’ stata dimostrata l’efficacia del Buscopan per dolori mestruali e quindi viene consigliata l’assunzione della butilscopalamina soprattutto alle donne che non possono assumere dei FANS, come ad esempio l’OKI.

Buscopan in gravidanza

L’utilizzo di Buscopan in gravidanza è argomento di parecchie discussioni, e le opinioni sono divergenti, il nostro consiglio è quello di contattare il proprio medico curante.

Buscopan in allattamento

Per quanto riguarda il discorso l’allattamento, si consiglia di evitare l’assunzione. Alcuni dati mostrano che la scopalamina porti ad una riduzione della produzione del latte materno, motivo principale che spinge a considerare questo farmaco non adatto per le donne che allattano.

Si ricorda inoltre che sia la gravidanza che l’allattamento sono due periodi molto delicati e dunque è preferibile rivolgersi al proprio medico, o anche direttamente al ginecologo per avere consigli su come usare i farmaci.

Buscopan e bambini

Per la somministrazione del farmaco ai più piccoli, c’è da dire che non esiste una formulazione specifica di Buscopan bambini.

Per gli adulti e per i bambini di età superiore ai 14 anni la dose è la stessa, mentre per i bambini tra i 6 ed i 14 anni si invita a fare riferimento al pediatra di famiglia.

E’ possibile comunque usare il Buscopan per bambini di età superiore a sei anni per il trattamento delle condizioni che abbiamo descritto in precedenza.

Buscon posologia e preparazioni

E’ importante conoscere la posologia del Buscopan per essere certi di assumere il farmaco nella maniera e nelle dosi corrette. La molecola farmacologica è pensata per pazienti di età superiore ai 6 anni, non è consigliata la somministrazione a bambini di età inferiore.

La dose consigliata è di 1-2 compresse al giorno, da assumere 3 volte al giorno. Questa dose vale per tutti i pazienti di età superiore ai 14 anni, mentre per i pazienti tra i 6 ed i 14 anni bisogna fare riferimento alle indicazioni del pediatra per stabilire le dosi. Per il Buscopan supposte la dose raccomandata è invece di 1 supposta per 3 volte al giorno.

Buscopan effetti collaterali e controindicazioni

Sono stati individuati diversi effetti collaterali Buscopan, molti dei quali però sono poco frequenti e compaiono solo in una ristretta percentuale di pazienti che assumono questa molecola. 

E’ utile parlare degli effetti collaterali più comuni, perché sono quelli che è più probabile sperimentare quando si decide di assumere la scopalamina:

  • Xerostomia, ovvero bocca secca, effetto indesiderato dovuto al meccanismo di azione di questo farmaco.
  • Eruzione cutanea, la quale si può presentare anche con la comparsa di prurito.
  • Pelle secca

Ci sono poi altri effetti indesiderati meno frequenti. Per la lista completa consigliamo di leggere il bugiardino.

Per quanto riguarda le controindicazioni di questo farmaco, abbiamo già segnalato il periodo di allattamento perché la scopalamina riduce la produzione del latte materno. Anche in caso di allergia al principio attivo o ad uno degli eccipienti, di ipertrofia prostatica, di glaucoma ad angolo acuto, di esofagite da reflusso, di miastenia gravis e di altre patologie non è indicata l’assunzione di questa molecola.

Anche in questo caso consigliamo di leggere il bugiardino Buscopan per venire a conoscenza di tutte le controindicazioni del farmaco prima di iniziare la terapia con esso. 

Foglietto Illustrativo Buscopan

A questo link trovi il bugiardino Buscopan.

Costo Buscopan e dove acquistare

Il costo del Buscopan dipende dal tipo di formulazione che si sceglie di acquistare.

La confezione da 30 compresse, ad esempio, viene venduta a 8,10 euro, mentre la formulazione in supposte viene venduta a 7,60 euro per la confezione da 6.

Questo farmaco fa parte delle molecole OCT, ovvero significa che per il Buscopan non serve la ricetta medica, ma è un farmaco da banco.

Articolo a cura di:
Dott. Salvatore Ruggiero

Dott. Salvatore Ruggiero

Medico laureato presso l’Università Federico II di Napoli in Medicina e Chirurgia specializzato presso lo stesso Ateneo in Idrologia Medica e Idroclimatologia. Si occupa della stesura e delle revisione scientifica dei contenuti presenti su Salut3.com .

Articoli correlati