Serenoa Repens: cos’è, proprietà, effetti collaterali, capelli, prostata

Indice dei contenuti

La serenoa repens è un ingrediente di cui si sente parlare spesso, soprattutto perché da qualche anno a questa parte è diventato un componente essenziale di alcuni integratori alimentari.
Trattandosi di prodotti del settore salute e benessere, prima di iniziare ad assumere degli integratori o degli altri prodotti con questo ingrediente è utile capire di cosa si tratta, quali sono gli effetti positivi di cui si può beneficiare e quali i possibili effetti collaterali cui si potrebbe andare incontro.

Cos’è la serenoa Repens?

Vediamo innanzitutto cos’è la Serenoa Repens, alla quale ci si riferisce anche con il nome di “Sebal Serrulata“.

Si tratta di una pianta nana, classificata nella famiglia delle Arecacee e facente ovviamente parte del genere Serenoa. Questa pianta cresce nel Mediterraneo e nell’America del Nord: per il suo sviluppo ha bisogno di un clima subtropicale. Si tratta in pratica di una palma, la quale può arrivare anche ad un’altezza di quattro metri (si ricorda che è una pianta nana).

Serenoa Repens  proprietà

Approfondiamo le proprietà della Serenoa Repens, perché è proprio grazie a queste che diverse aziende hanno deciso di puntare su questa pianta e di farla diventare ingrediente fondamentale dei loro prodotti per il benessere del corpo e della persona.

I frutti di questa pianta sono in grado di svolgere un’azione riequilibrante sul sistema endocrino: gli ormoni hanno un ruolo essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo ed è stato dimostrato che squilibri ormonali possono incidere negativamente sullo stato di salute.

La stessa pianta svolge anche un’azione antiedemigena – contribuendo al deflusso dei liquidi e prevenendo un loro eccessivo accumulo – ed una funzione antinfiammatoria, riducendo la flogosi tissutale e contribuendo in questo modo al benessere del corpo.

Serenoa Repens e capelli

Di frequente si sente parlare della serenoa repens per la caduta dei capelli. Tra le azioni benefiche svolte da questa pianta vi è anche quella a livello del cuoio capelluto e dei capelli, infatti la Serenoa Repens è oggi considerata un rimedio naturale per provare a contrastare la caduta.

Tra i principi attivi contenuti in questa pianta ricordiamo il beta-sitosterolo, il quale è in grado di bloccare la 5 alfa reduttasi. Quest’ultima è l’enzima che si occupa della trasformazione del testosterone – principale ormone sessuale maschile – in diidrotestosterone, forme maggiormente attiva di testosterone.

Il diidrotestosterone va a stimolare, tra le varie funzioni che svolge, la produzione di sebo e di forfora. Da ciò deriva che l’assunzione della serenoa repens può aiutare a ridurre il sebo e la forfora, controllando i livelli ormonali del testosterone e della forma biologicamente attiva.

In commercio ci sono alcuni prodotti pensati appositamente per coloro che vogliono sfruttare queste proprietà benefiche.

Serenoa Repens e prostata

L’azione di controllo dei livelli ormonali si osserva in particolare per gli ormoni maschili. Non è insolito infatti assumere dei prodotti che contengono questa pianta per sfruttare i benefici della serenoa repens per la prostata.

Il funzionamento della prostata può infatti peggiorare nel corso degli anni e per questo motivo è utile conoscere degli integratori che possano essere assunti per contrastare l’invecchiamento ghiandolare, senza dover per forza ricorrere alla terapia farmacologica.

L’assunzione dell’integratore può essere utile per il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna, nei pazienti in cui questa patologia si trovi ancora al primo stadio. Si ricorda infatti che non tutti i casi di malfunzionamento prostatico possono essere trattati con il solo integratore e che bisogna fare riferimento al proprio medico curante, per stabilire insieme a lui l’iter da seguire.

Tra gli integratori per la prostata a base di Serenoa Repens troviamo:

Serenoa Repens è un farmaco?

Alcuni si chiedono se la Serenoa Repens sia o meno un prodotto farmacologico.

Al momento non è un farmaco, ma viene considerato un componente di integratori alimentari: sebbene non si tratti di una molecola farmacologica bisogna fare attenzione alle interazioni, come sarà spiegato in dettaglio nella prossima sezione di questo approfondimento.

Ricordiamo comunque che alcuni farmaci contengono i principi attivi di questa pianta, che entrano a far parte della composizione e che aiutano a svolgere delle specifiche azioni benefiche. Un esempio è il permixon, prescritto ai pazienti che soffrono di ipertrofia prostatica benigna e di alcune altre patologie a carico di questa ghiandola maschile.

Serenoa Repens controindicazioni ed effetti collaterali

Prima di iniziare ad assumere prodotti che contengono questa pianta, il nostro consiglio è di informarsi anche sui possibili aspetti negativi di tale assunzione.

Ci sono innanzitutto degli effetti collaterali della Serenoa Repens da conoscere. Quelli più comuni sono i disturbi gastrointestinali correlati all’assunzione, in particolare nausea, vomito e diarrea. Ci sono poi altri possibili effetti indesiderati, che compaiono però in una frazione ridotta di coloro che assumono questi prodotti. Alcune persone possono avere cefalea, prurito e calo della libido dopo l’assunzione.

Ci sono infine delle controindicazioni della Serenoa Repens che non vanno sottovalutate, anche perché nella maggior parte dei casi gli effetti avversi sono determinati da un’assunzione non corretta del prodotto. Gli integratori a base di questo prodotto non andrebbero assunti dagli adolescenti e neanche dalle donne, ma sarebbe preferibile che la loro assunzione fosse limitata agli uomini.

Va anche fatta attenzione se si assumono degli integratori di ferro – ad esempio in caso di emoglobina bassa – perché ci potrebbero essere delle interazioni. Lo stesso discorso vale anche per coloro che seguono delle terapie ormonali, perché i principi attivi contenuti nella pianta potrebbero causare delle interazioni farmacologiche indesiderate.

Articolo a cura di:
Dott. Salvatore Ruggiero

Dott. Salvatore Ruggiero

Medico laureato presso l’Università Federico II di Napoli in Medicina e Chirurgia specializzato presso lo stesso Ateneo in Idrologia Medica e Idroclimatologia. Si occupa della stesura e delle revisione scientifica dei contenuti presenti su Salut3.com .

Articoli correlati